Home
::
progetto
 

E' bene sottolineare che in un progetto di e-learning un elemento di criticità è rappresentato dalla realizzazione di contenuti.
IDEA interviene nel processo di produzione dei contenuti per l'e-learning assolvendo a molte delle attività tipiche sia del progettista che dello sviluppatore di contenuti.
Da una prima analisi di alcuni scenari d'uso di progetti di e-learning attivi in contesti diversi, si può definire un primo profilo di strutturazione delle componenti dell'unità più elementare di contenuto.
Più in generale il Syllabus di un corso on line ha un organizzazione modulare ed è costituito da materiali didattici altamente strutturati. A titolo puramente orientativo un modulo è composto da 5-6 unità didattiche. Ogni unità di didattica è composta, a sua volta, in media, da 5-10 unità formative (ogni unità didattica dovrebbe corrispondere a circa 1 ora di lezione frontale).
Ogni modulo è composto da 1 pagina in cui sono espressi:

  • OBIETTIVI del modulo
  • BIBLIOGRAFIA e WEBLIOGRAFIA di riferimento (circa 1000 caratteri)
  • VIDEO 5-10 minuti di introduzione al modulo. In questa sede l'autore facendo riferimento alla mappa concettuale MC, presenterà il modulo.
  • MAPPA CONCETTUALE (MC) formata dalla rappresentazione grafica del percorso di apprendimento, cioè della sequenza delle varie unità didattiche di cui è composto il modulo (grafo in formato vettoriale - ogni nodo rappresenta un'unità didattica (UD))
  • GLOSSARIO (termini tecnici utilizzati nel modulo)
Ogni UNITÀ DIDATTICA è strutturata nel seguente modo:
  • Indicazione del modulo di appartenenza;
  • numero progressivo e titolo dell'unità didattica;
  • specifici obiettivi formativi perseguiti nella UD;
  • rappresentazione della sequenza delle unità formative (singole videate) di cui è composta l'UD;
  • test finale di autovalutazione
Ogni Unità Didattica è composta, in media, da 5-10 specifiche UNITA' FORMATIVE.
Ogni UD dovrebbe essere fruita dal discente per intero per poi passare allo step finale di autovalutazione. In questa fase, l'obiettivo perseguito è l'accertamento della comprensione dei contenuti erogati nella specifica unità didattica, attraverso la risoluzione dei quesiti di verifica previsti. Al fine di favorire un feed-back immediato, si farà ricorso a verifiche di tipo chiuso: vero-falso, scelta multipla, cloze,esercizi di matching , etc.
Ogni UNITA' FORMATIVE contiene i seguenti elementi:
  • riferimento A MODULO e UD di appartenenza della UF
  • titolo dell'unità formativa
  • testo (+ audio)
  • esempio
  • figura/video
  • approfondimenti
  • glossario

Il riferimento al Modulo e all'UD di appartenenza della specifica UF, è elemento indispensabile affinché l'utente sia sempre consapevole della propria posizione all'interno del percorso di apprendimento intrapreso.
I contenuti testuali dell'UF saranno strutturati su 2 diversi livelli :
CONTENUTI OBBLIGATORI: Rappresentano le informazioni cruciali, cioè i materiali fondamentali la cui lettura è indispensabile per la comprensione dell'argomento. Ogni unità formativa prevede una parte testuale (+audio), in cui i contenuti sono parcellizzati ed espressi attraverso un linguaggio semplice e conciso. I contenuti obbligatori dovranno essere espressi circa in 1000 caratteri e opzionalmente accompagnati da ESEMPIO/I esplicativi la cui natura dipenderà dalla materia di insegnamento.
L'ESEMPIO potrebbe essere costituito, per l'area scientifica, da esercizi svolti in cui è esposto il problema e la relativa soluzione, per l'area economica dallo studio di un caso preso a modello, per l'area linguistica dall'impiego della lingua in reali contesti d'uso, etc.
APPROFONDIMENTI: Informazioni “godibili”, cioè materiali che possono esser letti, al fine di approfondire l'argomento, tuttavia non indispensabili al raggiungimento del livello soglia minimo di conoscenza/competenza richiesto.
I contenuti testuali saranno accompagnati, a discrezione dell'autore, anche da elementi multimediali (immagine/i o video) a completamento ed esplicazione della pura informazione testuale. A sostegno dell'accessibilità, sarà cura dell'autore fornire testi alternativi di commento agli elementi multimediali (immagini e video) presenti nella UF, per rendere possibile la fruizione dei contenuti anche a studenti portatori di handicap (non vedenti o non udenti).
Ogni UD sarà coadiuvata da un glossario, cioè da un elenco dei nuovi termini emersi nella specifica UF e relativa spiegazione.
Nella sintesi saranno riassunte, attraverso parole e frasi chiave, le questioni salienti trattate nell'esposizione dei contenuti obbligatori. Attraverso la lettura in sequenza delle sintesi delle varie UF, il discente avrà costantemente sotto controllo il percorso logico espresso nell'UD.
Se dall'analisi si evince che esiste una strutturazione dei contenuti allora è possibile individuare dei template da far riempire facilmente all'autore. I template potranno essere realizzati in una delle applicazioni più diffuse quale quella usata per la elaborazione testi. Resta da individuare l'applicazione che:

  • trasformi ciascuna unità formativa descritta in formato word dall'autore in learning object realizzato in HTML, descritto in XML, secondo il layout desiderato e prefissato;
  • assembli le unità formative in moduli secondo una ben definita mappa concettuale composta dall'autore;
  • strutturi il corso nel formato standard SCORM.
::
download
::
redazione
::
esempi
::
autori
::
corsi
::
nuove proposte
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Esci